La vigilanza dei cantieri edili

La richiesta di protezione per i cantieri edili richiede sempre maggiori sforzi da parte della vigilanza privata, con misure di protezione del parco veicoli oltre che dei cantieri stessi.

Appare spesso come un argomento poco discusso eppure la protezione dei cantieri edili resta una delle richieste maggiori per la vigilanza privata.

La cantierizzazione di alcune opere private spesso richiede un surplus di sicurezza che le forze dell’ordine non possono garantire, vuoi per la dislocazione dei siti, vuoi per l’estensione dei cantieri.

La vigilanza a tutela del parco mezzi

Le superfici da proteggere possono raggiungere le decine di migliaia di metri quadrati, si pensi ad esempio ai cantieri dei grandi centri commerciali; per motivi tecnici le attrezzature vengono lasciate sul sito, anche quando non impegnate h24, e allora il patrimonio da proteggere risulta particolarmente elevato.

Escavatrici, trivellatrici, gru; l’adeguata messa in sicurezza del cantiere non comprende soltanto la sicurezza sul lavoro, ma anche la sicurezza dei beni. Assicurarsi un impianto di illuminazione adeguato all’estensione dei cantieri, oltre ad una recinzione che non preveda falle o veri e propri punti deboli, appare come il primo necessario passo per garantire una adeguata gestione delle attrezzature e delle infrastrutture.

Le sentinelle della vigilanza privata garantiscono il controllo capillare del perimetro dei cantieri, mentre in determinati casi, ove necessario, si provvede direttamente ad un presidio stabile, affiancando i guardiani dei cantieri per le ore notturne.

Furti di materiale edile

Sebbene i furti di mezzi di lavoro siano un’eventualità remota, ma pur sempre potenziale, i cantieri edili hanno registrato negli ultimi anni un aumento dei furti dei materiali infrastrutturali; cavi elettrici o pompe idrauliche sono in genere i primi bersagli di improvvisate, ma imprevedibili, incursioni da parte di bande poco organizzate ma ben informate.

Anche nelle ristrutturazioni di minore entità, l’ubicazione di alcune ville o parchi privati può richiedere l’ausilio di squadre di vigilanza privata per eliminare il rischio di atti vandalici o furti che possono incidere negativamente sia sul committente privato quanto sull’azienda appaltatrice.

L’indicazione di un adeguato piano di vigilanza privata entro la documentazione di inizio lavori può dunque fornire un elemento di forte efficacia per la tutela di ambedue le parti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *